Come ogni idiota può imparare a leggere più velocemente

I miei appunti da:

B00ANW4GV4
La guida alla lettura veloce per completi idioti
The Complete Idiot’s Guide to Speed Reading

Sei anche tu un maniaco autodidatta come me?

Se è così, idiota oppure no, qua sotto troverai delle procedure veramente utili per migliorare le tue capacità e la tua vita in generale.

In caso contrario, ti consiglio di rivolgerti a dei corsi privati, magari in aula (i migliori che conosco li tiene Davide Mura di Genio in 21 Giorni).

Premessa: come vedo la vita e l’apprendimento

  1. Non smetto mai di IMPARARE, è uno stile di vita.

  2. La maggior parte delle cose utili che so e delle cose che so fare le ho imparate DOPO la scuola e DOPO l’università.

  3. Credo (ed è anche la ragione di questo blog) che l’apprendimento passi soprattutto per i LIBRI e per i VIAGGI.

  4.  Riconosco il valore supremo della PRATICA e dell’esperienza come metodo per avvalorare, assimilare e far proprio un concetto o una skill

  5. Non mi lamento di non aver TEMPO di imparare cose nuove. Me lo creo.

Una guida per idioti alla lettura veloce

Innanzitutto ringrazio il mio collega Fabio Faccin per avermi passato questo libro.

Difatti mi sono deciso a leggerlo proprio perché per avere più risultati nel business, marketing e copywriting ho settato un obiettivo per quest’anno di 50 libri. Sono già a buon punto, ma voglio sicuramente accelerare e il manualetto di Abby Marks Beale mi ha dato la spinta e la direzione che cercavo.

[ breve nota: Se  non parli o leggi in inglese, mi dispiace. Comunque si trova tanta roba sull’argomento lettura veloce anche in Italiano. Su Amazon ad esempio i testi più votati sono questo e quest’altro. L’importante è non crearti scuse, e metterti sotto a studiare]

Venendo a The Complete Idiot’s Guide to Speed Reading, direi che si tratta di una vera e propria guida, e non tradisce le attese.

Proprio perché l’autore conosce bene il valore dell’aspetto pratico, ci sono anche degli esercizi molto utili, come ti vado a illustrare fra poco.

Una delle cose più belle è che ci sono dei punti essenziali, riassunti alla fine di ogni capitolo, e la cosa ancora più bella è che ora li troverai qui sotto, selezionati e tradotti da me (comodo, eh?).

Perché lo faccio? Perché sono un figlio dell’era digitale anch’io, e molto di quello che so non l’ho imparato in corsi da migliaia di euro di vecchi babbioni formatori, ma l’ho trovato online.

L’unico avvertimento, visto che questa è anche l’era dell’overload informativo, riguarda proprio l’uso che ci farai con queste informazioni.

Infatti la grande differenza tra chi ottiene risultati, in un mondo in cui le informazioni sono praticamente gratuite o semi-gratuite e a portata di mano, è il TEMPO che ognuno ci mette nell’applicarle, validarle, assimilarle.

Ci siamo capiti, no?

Il tempo non lo trovi online, è una risorsa limitata.

E’ vero: tutti abbiamo 24 ore nella nostra vita ogni giorno.

Ma è vero anche che tutti dobbiamo morire.

Quindi penso che saper leggere più velocemente sia un bel modo per approfittare delle enormi possibilità della nostra epoca, e della grande saggezza di mentori che non abbiamo a portata di telefono o a cui non possiamo offrire un caffé e farci due chiacchiere, perché o sono lontani e inarrivabili, oppure semplicemente sono morti (pensa che il mio miglior amico, Lucio Anneo Seneca, è morto un bel po’ di tempo fa…).

I punti essenziali del libro

  • Imparare a fidarti del tuo cervello – e credere che capirai già la prima volta che leggi – è una parte essenziale del processo di lettura veloce
  • L’esercizio base è quello “1 MINUTO”. Ti serve per calcolare quante parole riesci a leggere in un minuto e ti tornerà utile per misurare i progressi man mano che fai pratica e sperimenti nuove tecniche.

lettura veloce andrea lisi copywriter marketer consulente

[Nota: il calcolo della tua velocità è vitale.]

I parametri sono in Words per minute, parole al minuto:

-200 WPM: sei lento

200-300 WPM: sei nella media

+300 WPM: sei sopra la media

+700 WPM: sei un lettore eccellente

Leggere più velocemente significa leggere di più.

I test dimostrano che un lettore medio legge 1 libro e 3/4 a settimana, uno eccellente 3 libri e mezzo a settimana. Quelli lenti e nella media sono ovviamente molto sotto.

Ma la cosa interessante è che nell’arco di 10 anni, mantenendo questi ritmi, un lettore bravo può arrivare a 840 libri, e uno eccellente addirittura a 1680 (!).

Mentre la maggior parte della gente se legge 10-20 libri in 10 anni è già tanto…

Leggere veloce non significa dover o voler leggere velocemente tutte le volte, ma piuttosto:

  • sapere quando e come accelerare e quando rallentare
  • leggere alla velocità appropriata in base al tipo di materiale
  • cambiare marcia quando ne hai bisogno, in base alle condizioni del percorso di lettura
  • essere un lettore flessibile

Leggere fuori dalla zona di comfort, almeno per un po’

L’obiettivo tramite le tecniche e gli esercizi del libro è arrivare ad alzare il livello a cui uno legge in maniera confortevole, cioè leggere (anche molto) più velocemente senza problemi di comprensione e senza stress.

Ma all’inizio, come in ogni cosa, bisogna sforzarsi.

E non sarà né bello né facile.

Io che ci sto lavorando proprio questo periodo, te lo posso confermare :/

  • All’inizio non concentrarti troppo sulla comprensione, ma sappi che arriverà man mano che i tuoi occhi si adattano a catturare le informazioni più velocemente.
  • La visualizzazione aiuta molto. Immaginati concentrato e focalizzato, in una situazione tranquilla, mentre affronti con successo una pila di roba da leggere molto velocemente. Dopo che l’hai immaginato, fallo.
  • Prenditi pause brevi e frequenti (questa è la vecchia storia del pomodoro).
  • Quando sei in moto o in macchina e guidi più velocemente, devi focalizzarti maggiormente sulla strada e su cosa stai facendo rispetto a quando vai piano. Lo stesso è vero nella lettura, e ti fa capire appunto che leggere velocemente in realtà serve a comprendere di più.
  •   Più hai conoscenze pregresse (background) nell’argomento, più è facile.

Come vincere a mani basse

  • Usare un pacer (battistrada) come ad esempio una carta, aiuta molto a leggere più veloce, non perderti e concentrarti maggiormente.
  • Anche usare le mani aiuta molto
  • Ci sono 2 tipi di metodi con le mani, quelli con un dito e quelli con più dita. Per ognuno nel libro trovi 5 varianti differenti
  • Saper bene qual è larghezza del foglio aiuta a scegliere il giusto pacer
  • la tua velocità potrebbe essere limitata da quanto velocemente riesci a girare le pagine

La visione periferica e il potere della Predizione

  • I tuoi occhi si stoppano ogni quarto di secondo per catturare informazioni, quindi imparare a catturare di più in un quarto di secondo aumenta la tua velocità di lettura
  • Imparare ad allargare la tua visione periferica è fondamentale per raggiungere tassi di lettura veloce più alti
  • Puoi allenare i tuoi occhi a vedere di più con un singolo sguardo, sia in orizzontale che in verticale
  • Dopo averli allenati, i tuoi occhi si meritano un riposino

Tutto grazie agli occhi

  • Gli occhi sono la finestra del tuo cervello, perciò hanno bisogno di leggere con acutezza. Prenditi cura dei tuoi occhi.
  • Leggere le parole chiave e più grosse può aiutarti a ridurre la conversazione mentale e farti aumentare velocità e comprensione
  • Collocare velocemente i pezzi di pensiero (chunks) mentre leggi aumenta immediatamente la comprensione. La velocità viene anche dalla pratica.
  • Combinare parole chiave e pezzi di pensieri è un metodo molto potente.

Lavorare sulla comprensione

  • Il tuo cervello è capace di fare molto di più di quello che pensi, dagli fiducia
  • Occhi e cervello devono imparare a comunicare diversamente per leggere più velocemente
  • La comprensione cala temporaneamente mentre gli occhi nutrono la mente con maggiori informazioni rispetto a prima
  • Allargare lo spettro di esperienze nella vita aumenta le capacità di comprensione
  • Sei tu in ultima analisi ad aver il controllo sulla tua velocità e quindi anche sul livello di comprensione
  • Ciò che può sembrare troppo tecnico per un lettore può non sembrarlo ad un altro

Preparati all’immersione

  • Leggere con concentrazione significa fare MONO-tasking e non MULTI-tasking
  • Rispondere alla domanda “Perché sto leggendo?” è il primo passo per raggiungere la concentrazione necessaria per ogni tipo di compito
  • Non riuscirai a leggere granché se non trovi – o crei – del tempo per farlo
  • Alcuni luoghi facilitano più di altri la lettura. Per chi lavora in ufficio, magari aiuta allontanarsi dalla scrivania. Per chi studia all’università, magari una stanza vuota.
  • Calmare la mente e rilassare il corpo include ridurre le distrazioni mentali e visuali.
  • Definire obiettivi in termini di minuti e pagine – mettendoti in competizione con te stesso – ti tiene al passo con quello che devi o vuoi leggere, nel minor tempo possibile.

Entra dentro

  • Leggere nonfiction (saggistica) è più difficile che leggere fiction (narrativa)
  • prima di iniziare a leggere QUALSIASI cosa, chiediti perché e per quale obiettivo lo vuoi leggere
  • Nella nonfiction ti conviene sempre guardare prima l’indice, per farti un’idea generale
  • Nella nonfiction le informazioni più importanti si trovano nella prima frase di ogni paragrafo.
  • Leggere imbrogliando (saltando per paragrafi e utilizzando suggerimenti come foto, grassetti, corsivi, elenchi) ti aiuta a fare di più in meno tempo
  • Quando approcci del materiale tecnico, leggi prima velocemente per capire, e poi di nuovo, più in dettaglio, per ricordare

Esci fuori

  • Emergere e uscire significa usare strategie efficaci per prendere decisioni intelligenti su quando cercare quello che ti serve da una lettura
  • Sfogliare, scorrere, saltare (skimming, scanning e skipping) sono 3 opzioni per capire velocemente le idee principali, trovare dei dettagli ed eventualmente passare ad altro.
  • Le perle (o pepite d’oro) sono la roba buona che trovi quando leggi
  • Sii sempre un po’ scettico riguardo le motivazioni e i contenuti dello scrittore, rifletti e fatti delle domande
  • Fai una sintesi, un riassunto veloce (mentale o scritto) di quello che hai letto. Ripetili a tua madre, al tuo gatto o allo specchio. Questo migliora la memorizzazione, o retention.
  • Trova le parole segnaletiche e scopri qual è il modello organizzativo dell’autore per chiudere più velocemente la lettura e con una buona comprensione

Non guardarti indietro

  • Immergiti, riemergi, e non guardarti mai indietro! A meno che proprio non devi
  • Costruire un ricordo richiede 3 passi: acquisizione, conservazione, e recupero
  • Dimenticare è una parte naturale del ricordare
  • Ripetere nel tempo è il modo migliore di conservare un ricordo
  • Ci sono molti modi per documentare quello che ti è rimasto impresso (segnalibri, note e appunti) per tornarci poi quando ti serve

Come leggere velocemente libri e riviste

  • Prima di leggere considera sempre la tua motivazione, la tua velocità di lettura, il tuo livello di conoscenza pregressa dell’argomento, e il tipo di materiale
  • I romanzi sono simili ma differenti dalle riviste. Leggere riviste e articoli è come leggere mini-capitoli di un libro
  • Quando leggi saggi e manuali cerca solo la roba importante e rilevante, e lascia perdere il resto
  • Nella narrativa non c’è di solito uno schema chiaro come nella saggistica, e devi quindi essere in grado di identificare gli elementi base per riconoscerne la struttura

Cosa leggere velocemente.. e cosa no

  • La gente pensa che una volta che ha imparato le strategie di lettura veloce debba leggere sempre tutto super-veloce. Falso!
  • Hai il controllo sulla tua velocità; devi sapere cosa ti rallenta e cosa ti velocizza.
  • Alle edicole e su internet trovi un sacco di materiale su cui fare pratica di lettura veloce
  • Approccia la Bibbia, Shakespeare, la poesia, i dialoghi e il materiale di studio con una velocità ridotta
  • Conosci te stesso (come lettore, in questo caso)! Così saprai come regolare la velocità.

Sfrutta questi criteri per per selezionare e leggere solo ROBA BUONA. Chiediti se è qualcosa di:

Affidabile

Oggettivo

Comprensibile

Recente

Completo

Provato

Chi lo dice?

Leggere velocemente su uno schermo

  • I principi sono sempre gli stessi, ma ci sono dei dettagli importanti che fanno la differenza
  • La principale difficoltà online è data da tutte le distrazioni che su carta non trovi
  • Usa qualcosa in cloud o sul pc per conservare gli appunti (io uso soprattutto Trello e Evernote)
  • Usa un pacer che ogni software ha: l’evidenziatore. Oppure semplicemente scrolla, usa il puntatore del mouse
  • Seguire le linee guida ergonomiche migliora il comfort di corpo e occhi
saflogin occhi per vedere leggere di più
queste le gocce che mi dato l’oculista
  • Puoi fare a meno totalmente della carta, oppure semplicemente averne meno bisogno

Togliti le cattive abitudini

  • Sii cosciente delle 3 abitudini che tutti gli esseri umani hanno in comune: sognare a occhi aperti, saltare indietro e sottovocalizzare (pronunciare sottovoce le parole che stai leggendo)
  • Se non sei focalizzato, tenderai più facilmente a vagare con la mente. Questa cosa è buona solo quando colleghi quello che leggi a qualcosa che già conosci.
  • Fidandoti di più del tuo cervello, smetterai di saltare e tornare indietro
  • Dire ad alta voce nel tuo cervello le parole che leggi ti rallenta
  • Il primo passo è accorgerti di queste cattive abitudini quando succede, e recuperare subito l’attenzione

Come affrontare pile di roba da leggere

  • Capire che non puoi leggere tutto ti permette di decidere cosa vuoi leggere e cosa ti serve di più
  • Dai un valore personale a tutti i tuoi materiali rende le pile di roba più interessanti e rende il tempo che dedichi a leggerle più piacevole
  • Organizzare i libri da leggere in base ai tuoi livelli di interesse attuali ti incoraggia e riduce di molto la sensazione di overload (sovraccarico)
  • Leggere i giornali può sembrare troppo pesante per la mole di informazioni che contengono, ma approcciarli in modo organizzato (ad es. ritagliando della roba vecchia solo ciò che serve) ti velocizza
  • Alcuni criteri in base a cui organizzare i tuoi libri e materiali (in digitale lo fai con le tags):

Luogo

Alfabeto

Periodo temporale

Categoria

Gerarchia

Io inoltre uso molto il mio Kindle Paperwhite, e tendenzialmente cerco di non leggere nulla di lungo sul computer, ma piuttosto me lo salvo in pdf o mobi e me lo metto appunto su questo dispositivo che non appesantisce gli occhi e che posso facilmente portarmi in tasca ovunque.

Un’esperienza personale: l’esame TOEFL

Nel 2014 ho voluto sostenere l’esame TOEFL, la certificazione più importante al mondo per l’inglese americano.

schermata-2017-02-12-alle-12-30-06
I risultati del test di lingua inglese che ho fatto a Maggio 2014

Con il risultato raggiunto potevo ad esempio entrare in un college negli USA, anche se non era questa la motivazione per cui l’ho fatto – piuttosto volevo mettermi alla prova e avere un pezzo di carta per lavorare tranquillamente all’estero, e come insegnante o traduttore di lingua inglese in Italia (cosa che ho fatto fino a quando ho capito che in realtà mi annoiava).

Avendo a quel periodo già un livello avanzato di inglese, ho dedicato solo un paio di mesi alla preparazione, potendomi concentrare sul format del test, piuttosto che sulla lingua in sé.

L’esame, come anche quello IELTS per l’inglese britannico, è centrato su materiale accademico, spesso pesante e molto tecnico – ma la cosa comunque aiuta noi del sud-europa, visto chel’inglese scientifico è pieno di parole derivate dal latino.

Tuttavia la cosa interessante è che mi è bastato prendere un buon manuale specifico per il TOEFL, che mi ha dato anche alcune delle tecniche che ho riportato in quest’articolo.

Ti posso quindi garantire che lo skimming e lo scanning sono essenziali per accelerare la lettura. Il risultato nel mio caso è stato un voto molto alto, in un tempo totale di 3 ore e mezzo di esecuzione del test (rispetto alle 5 medie).

In quel periodo ero tornato da Taiwan ed ero di base a Gaeta, perciò ho preso un treno per andare a fare l’esame a Roma. Aver capito bene i trucchetti riguardanti il format e avere un paio di queste tecniche di lettura veloce mi ha permesso di andare in mattinata e tornare a casa nel pomeriggio, primo a uscire dalla stanza dell’esame.

Altri cose fiche imparate da Tai Lopez

Sono uno che vuole sempre andare a fondo, e trovare connessioni, antitesi e confronti.

Perciò sono arrivato a uno dei marketer più conosciuti negli USA, Tai Lopez, un tipetto un po’ sbruffone, ma che ha roba interessante da condividere.

In uno dei suoi video parla di come preferisce lo Smart Reading rispetto allo Speed Reading, e non posso che condividere la sua filosofia.

Alcune delle routine che consiglia le ho già testate e le sto pian piano assimilando.

Ti dico la verità: è fantastico!

Ma non è per tutti.

Se vuoi saperne di più su come sto applicando la “lettura intelligente” assieme alla “lettura veloce”, scrivimi su FB 

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Come ogni idiota può imparare a leggere più velocemente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...